LE ONDE ALFA

Non tutti sanno che abbiamo un ricetrasmettitore e che non lo abbiamo pagato! Si, proprio così, "è il nostro cervello" un ricetrasmettitore che trasmette e riceve su varie frequenze. E' affascinante quanto ho letto e se nella mia pur breve carriera radiantistica non avevo mai sentito parlare di questo tipo di onde.  Sono addirittura suddivise in varie categorie, come le bande dei nostri ricetrans:

Onde Alfa, frequenza 8-12 Hertz: sono tipiche della veglia rilassata e dei momenti di concentrazione. 
Onde Beta, frequenza 14-40 Hertz: si registrano nello stato cosciente. 
Onde Delta, frequenza 0,5-4 Hertz: segnano il sonno profondo. 
Onde Theta, frequenza 5-8 Hertz: si manifestano negli stadi 1 e 2 del sonno «non Rem», quando non sogniamo. 
Onde Gamma, frequenza 30-42 Hertz: sono evidenti nella meditazione.

Sono riuscito a scoprirle grazie alla mia nuova attività a tempo pieno: il golf! E' quanto si legge su un articolo riguardante la ricerca che ha interessato dei professionisti del golf e pubblicato sul giornale "La Stampa". Una ricerca pubblicata sul "Journal of Physiology" asserisce che in base al tipo di emissione delle onde "alfa" i ricercatori sono in grado di predire se il colpo effettuato da un golfista andrà in buca o meno. Questo tipo di onda viene emessa dalla parte anteriore del cervello cioè quella che comanda l'attività motoria. Andando poi su google ho trovato una serie di articoli molto interessanti sull'argomento. Ho letto che il cervello, oltre a trasmettere le onde, è in grado di riceverle.  A causa dell'effetto detto della "risonanza" se un soggetto viene esposto alla frequenza dei 10 hertz il suo cervello tende a sintonizzarsi verso questa frequenza. L'esposizione alla irradiazione creerà nel soggetto la tendenza a rilassarsi, questo fenomeno viene chiamato "risposta in frequenza", mi sembra di averlo già sentito questo termine!

Forse qualcuno aveva già scritto su "Radiospecola"sull'argomento, ma non ne sono a conoscenza, il fatto legato al mio sport preferito del momento, mi da spunti di riflessione e spero che attizzi qualcuno. Ultimamente nel gioco del golf ho fatto quel salto di qualità che ricercavo da tempo e spero di concretizzarlo presto con una gara vincente. Durante il periodo invernale le gare sono veramente poche. Chissà quanto avranno influito le onde alfa sulle mie prestazioni? I 10 hertz purtroppo non sono udibili dall'orecchio umano, ma su internet si trovano file musicali che riescono a generare l'onda che il nostro orecchio non sente, ma con uno stratagemma riesce a farlo percepire al cervello. Si chiama tecnica "biauricolare" praticamente una sorgente sonora stereo viene trasmessa ad un orecchio a 500 hertz e all'altro a 510, quindi il cervello percepisce la differenza e tenderà a sintonizzarsi in "isofrequenza" generando i famosi 10 hertz.

Ora con questo nuovo strumento..................sarà più facile puttare?

73 de ik2uiq