GERMANIA 2022

 

23 giugno 

Ci siamo di nuovo, dopo tre anni finalmente torniamo alla fiera di Friedrichshafen. Partenza mattutina per la programmata prima tappa a Innsbruck, dove visiteremo il tettuccio d'oro e il Palazzo Reale. In perfetto orario arriviamo a Innsbruck dopo aver fatto colazione al solito posto: Raststation Gries Ost dove acquistiamo la vignetta. Un bradwurstell e una birra e si riparte. Passeggiata per il centro di Innsbruck per ammirare i palazzi rococo e il famoso tettucio d'oro. Le altre volte lo avevamo mancato perchè in ristrutturazione.

 

Trovato l'ingresso dell'Hofburg entriamo e visitiamo le sfarzose stanze del pallazzo. Tutte in stile rococo. Bellissimi i soffiti affrescati, degli specchi enormi che inquadrano il soffitto, ti evitano di prendere il torcicollo.

Dopo uno spuntino veloce riprendiamo il cammino, prossima tappa Feldkirch, paesino austriaco prima di entrare in Germania. Ci fermiamo nei pressi del castello di Schattemburg per sgranchirci le gambe e una bevuta. Davanti troviamo un bel parcheggio e facciamo una passeggiata nei giardini e visitiamo l'interno dove si trovano anche dei punti di ristoro.

Alle diciannove siamo in albergo dove Evelyn dell'Hotel Bulligan ci accoglie con entusiasmo, sono passati tre anni, ma sembra ieri, si unisce a noi per l'aperitivo.

Ci scambiamo quattro chiacchere e con l'occasione ci riferisce che di fronte c'è un buon ristorante. Non ci pare il vero, attraversiamo la strada nemmeno a cento metri e ci consentirà di bere una birra in più. Nel frattempo arriva una conoscenza da Brescia, Enrico IK2FED con il presidente del C.O.T.A., in fiera hanno lo stand di rapprsentanza.

Il Ristorante è nell'Hotel Schonau di fronte all' Hotel Bulligan. Cena ottima a base di carne o pesce, lo zander e il mullerin, rispettivamente luccio perca e coregone. Insalatine sempre favolose con quella salsina introvabile e che qui da noi non avrebbe lo stesso sapore.

Dopo un sonno ristoratore, con calma, ci avviamo alla fiera. Il tempo non è dei migliori è nuvoloso, in compenso l'aria è fresca. Alle 9 siamo al parcheggio. Fatto i biglietti entriamo in fiera. Quest'anno il costo del biglietto giornaliero è di 16 euro. La prima visita è ai padiglioni del surplus.

Poi andiamo al reparto commerciale. Nel reparto vi sono anche le associazioni dei radioamatiori che provengono da tutto il mondo. Ne approfittiamo per salutare gli amici.

 

 

 

Un video in giro per la fiera.  clicca qui: fiera2022 .

 

Il tempo vola, non ci facciamo scappare l'occasione alle undici e trenta di bere una bella birra come aperitivo.

 

Nel frattempo comincia a piovere e verso l'ora di pranzo cerchiamo un posto dove mangiare. sono tutti all'interno e c'è folla, decidiamo di lasciare la fiera per un posto più tranquillo all'esterno. In un imbiss fuori la Fiera ci facciamo uno spuntino, all'aperto ma coperto. Prossima destinazione il palazzo Nuovo di Tettnang.

 

Quello qui sopra è uno dei tre castelli dei Conti di Montfort famosi per gli stucchi che sembrano marmo. Dopo la visita delle belle stanze del castello, ci rechiamo all'altro castello in riva al lago di Costanza, il castello Solitude. L'aria è fresca, ci vorrebbe un golfino.

Ci ritiriamo in albergo dopo aver fatto scorta di patatine e noccioline per l'aperitivo serale. Dopo l'aperitivo torniamo nello stesso ristorante dove avevamo già prenotato la sera prima.

Sono sempre belle giornate, al mattino ci svegliamo con calma e raggiungiamo Lindau, per una passeggiata sul lungo lago.

 

Dopo una passeggiata per il centro di Lindau e avuta l'occasione di vedere un corteo storico, andiamo ad un mercatino delle pulci non distante dal centro.

 

 

 

Uno degli acquisti del sabato, mia moglie non è da meno, le solite ceramiche la attirano e le compera. La birra non manca nemmeno al mercatino delle pulci. Dopo la sosta al mercatino, la prossima tappa sarà Uberlingen. Parcheggiata l'auto ci fermiamo in un bel ristorante per un buon pranzo. La casa del vino Gasthaus Renker, io e il mio amico Beppe andiamo di birra. Il vino delle signore non è da meno.

Dopo pranzo visitiamo la città e la chiesa di S. Nicola.

Sulla via del ritorno una fermata al Santuario  di Birnau, qui sotto il panorama che si gode dal davanti del Santuario. Prossima fermata Wasserburg vicino a Lindau

 

Cittadina lacustre piena di turisti. E' quasi l'ora dell'aperitivo e rientriamo in albergo. Non dobbiamo andare lontano per l'aperitivo all'interno dell'albergo c'è un distributore di birra e vino e il gioco è fatto.

Dopo la cena nel solito ristorante, questa sera prendo anch'io il pesce, ci aspetta un sonno ristoratore. Al mattino verso la solita ora, dopo una abbondante colazione, salutiamo Evelyn e ci mettioamo io viaggio. Ci aspetta Stoccarda con fermata a Tubinga lungo la tratta. Tubinga l'avevamo vsitata anni addietro, ma il maltempo non ci aveva consentito la visita della città. Questa volta non ci sono contrattempi. Dopo due orte e mezza arriviamo a Tubinga. E' domenica e arriviamo da un altra parte, comunque troviamo parcheggio lungo il fiume Neckar. Siamo a due passi dal centro.

 

Dopo aver visitato la Collegiata di San Giorgio, ci avviamo verso il Castello Hohentubingen. Non lo visitiamo, ma ci limitiamo ad osservare il panorama dei dintorni essendo in cima ad una collina.

Il tempo è magnifico a differenza dell'ultima volta che ci siamo passati. Ci concediamo uno spuntino nella piazza del comune.

Lasciamo Tubinga per Stoccarda. Lungo il percorso ci fermiamo a visitare l'Abbazia Cistercense di Bebenhausen, una costruzione medioevale romana ben conservata. Ci aggiriamo  per i locali aperti e gli altri entrano per visitare una parte chiusa. Io resto fuori a fumarmi il mio sigaro. All'uscita mi riferiscono che non mi sono perso niente. Buona parte della struttura è occupata da uffici.

Si prosegue per Stoccarda, dormiremo dietro al Museo della Porsche a Zuffenhausen. Qualche problema con il portiere dell'albergo, poi tutto si chiarisce. Fatto il check-in prendiamo la strada di Ludwigsburg. Facciamo due passi per la città. Andremo a cena in una birreria, dove avevamo già cenato nel 2017. La birreria Brauerei zum Rossknecht. si mangia all'aperto e ne approfittiamo per mangiare lo stinco.

 

Se vuoi mangiare tranquillo, in Germania, bisogna andare al ristorante prima delle venti. Se arrivi poco prima delle ventuno ti cacciano, la cucina chiude, tutt'al più bevi una birra. Cosa interessante in tutti gli alberghi ci sono distributori di birra fresca. Prima di ritirarci ne approfittiamo per una ultima bevuta. La mattina dopo ci aspetta Calw sempre più dentro la Foresta Nera. Cittadina medioevale residenza dei duchi del Wuttemberg si trova a soli quaranta chilometri da Stoccarda.

Dopo una passeggiata per la città e un pò di shopping andiamo a visitare le rovine del Monastero di Hirsau.

 

Dopo la visita al Monastero ci dirigiamo verso Karlsruhe, citta dell'arte e della tecnologia , ne approfittiamo per fare due passi in città e nei giardini di fronte al Palazzo di Karlsruhe.

 

Dopo la visita della città rientriamo a Stoccarda. Cerco un nuovo ristorante per la sera. In un circolo del tennis du Ludwigsburg c'è il Ristorante Il Campo. Le recensioni sono migliori della birreria della sera precedente.

Altro vamtaggio, lo scopriamo dopo che abbiamo preso posto, è gestito da italiani. Si può mangiare tedesco ma se hai nostalgiua della pasta, ne puoi approfittare. Per non sbagliare bevo sempre birra. Le signore invece trovano dell'ottimo Lugana.